Biscotti Segale e Pere Biscotti e prima colazione

Biscotti artigianali prodotti con farina integrale di segale macinata a pietra e polpa di pere del cuneese! Ideali a qualsiasi ora della giornata!

Disponibile

6,00

250 g

Curiosità

La storia dei biscotti è davvero lunga e l'Italia è ritenuta la patria dei biscotti.
"ll mitico eroe Giasone, prima di partire in nave con gli Argonauti alla ricerca del Vello d'Oro, ordinò al cuoco di cuocere il pane da portare in viaggio. Però il cuoco, durante l'ultima infornata, s'addormentò come un sasso; quando si svegliò corse al forno temendo di aver bruciato il pane, ma invece lo trovò soltanto ridotto di volume, appiattito, secco e leggero. Giasone lo volle caricare ugualmente in cambusa e fu fortunato, perché quello strano pane fu l'unico che non ammuffì, rimanendo buono e croccante, ottimo soprattutto da pucciar nel vino"
Così, secondo la leggenda, nacque l'antenato dei biscotti, chiamato dai latini sia Panis nauticus (la "galletta" dei marinai) sia Biscoctus, ossia "cotto due volte".
Quelli che oggi consumiamo, sono un'evoluzione moderna e sofisticata, delle preparazioni originali. Sono di diversi tipi e forme, preparati con impasti a base di farine, di cereali, arricchiti da frutta secca, cioccolato e aromatizzati con le spezie più varie.
Il termine biscotto deriva dal latino "Biscoctum", ovvero cotto due volte. Infatti, si trattava in origine di fette di pane, ripassate in forno due volte per renderle durevoli nel tempo e più friabili e croccanti.
Esiste traccia del termine già a partire dal 1300, quando si indicava un panbiscotto a base di farina e acqua, a bassa lievitazione, cotto in forno una prima volta e poi ripassato una seconda per togliere qualsiasi traccia di umidità. I francesi chiamavano quest'alimento "galet", ad indicare una galletta durissima che per poter essere consumata, veniva ammollata in acqua, brodo o latte. Era l'alimento indispensabile tra gli eserciti, in quanto si trattava di un cibo facilmente trasportabile poiché leggero e aveva un alto contenuto calorico e si conservava a lungo. Naturalmente, con l'evoluzione delle conoscenze culinarie e degli scambi commerciali, che introdussero nuovi ingredienti, gli impasti furono arricchiti con sesamo, ceci, formaggio, e dolcificati con uva, fichi, miele.
Nella Roma antica i dolci venivano preparati dai pistores dolciarii: molto diffusa era una sorta di piccola focaccetta confezionata con farina di formaggio secco, uova, semola e miele. I ricchi romani usavano offrire dolci al termine dei pasti, con lo scopo di sgrassare la bocca. Si trattava di piccoli biscotti secchi, pepati e durissimi, il cui uso si protrae anche durante il Medioevo, quando i dolci cominceranno ad essere serviti anche fra una portata e l'altra. Con il passare dei secoli la biscotteria si fa sempre più raffinata: Maria Luigia, duchessa di Parma, fece impiantare nel suo ducato particolari serre calde per poter coltivare frutti esotici che, trasformati in marmellate e canditi, venivano utilizzati dai suoi cuochi per la preparazione dei dolci.
I biscotti conobbero una grande diffusione a metà dell'800, in accompagnamento a bevande esclusive come il tè, la cioccolata calda, o i vini passiti. Sorgono pertanto in Inghilterra, Francia, Italia, Belgio e Olanda i primi biscottifici, inizialmente a carattere artigianale, che elaborano e modernizzano ricette molto antiche. Queste piccole fabbriche sono le antesignane della grande industria dolciaria di oggi, sempre più perfezionata e specializzata.

Come consumare

I biscotti Segale e Pere Sfiziosità sono prodotti con farina integrale di segale, macinata a pietra, della Valle Gesso, polpa di pere del cuneese e semi di coriandolo della Valle Grana.
La segale è un cereale di montagna, ricco di proprietà nutritive di notevole importanza; contiene ben il 69% di carboidrati e circa il 12% di proteine ed è quindi un alimento sia energetico sia costruttivo.
Sono biscotti molto leggeri, adatti alla prima colazione, ma si prestano altrettanto bene ad essere gustati in ogni momento della giornata per godere di una sfiziosa pausa!


Valori nutrizionali medi per 100 g di prodotto
Valore energetico: 478 kcal / 2000 kJ
Grassi 21,6 g
  di cui saturi 9,7 g
Carboidrati 64,6 g
  di cui zuccheri <0,5 g
Proteine 8,7 g
Sale 0,1 g
Fibre 2,4 g
Polioli 9,2 g

Ingredienti

  • Farina di segale integrale macinata a pietra 30%
  • farina di grano tenero T. "1"
  • burro "Fattorie Fiandino 1889"
  • purea di pere 10%
  • uova fresche
  • olio di girasole
  • zucchero di canna grezzo
  • semi di coriandolo
  • agente lievitante : carbonato acido d'ammonio
  • sale
  • Prodotto in un laboratorio dove si utilizza frumento, frutta in guscio e soia.

Ti consigliamo anche

Product Image

Biscotti Orzo e Cioccolato

Biscotti Orzo e Cioccolato, una vera armonia per il palato... con farina di Orzo Integrale e gocce di cioccolato

Peso: 250 g

6,00

Dettagli

Product Image

Biscotti Pignulet

I biscotti al mais Pignulet, prodotti con la particolare farina di mais Pignulet otto file, costituiscono il biscotto per eccelenza delle vallate cuneesi: "Le Paste di Meliga"

Peso: 250 g

5,90

Dettagli


Recensioni

Acquisto verificatoLuisa

Molto delicati


Acquisto verificatoOlivia

Assolutamente da provare! Uno tira l'altro! Sia da soli che accompagnati ad una bevanda!